(IT) (PDF) – Professione meteorologo: la certificazione della qualifica professionale e il valore della previsione | Alessandra De Savino


Negli ultimi anni la qualità reale delle previsioni è indiscutibilmente migliorata, la disponibilità di prodotti e servizi meteoclimatologici è aumentata, è cresciuta la domanda di informazioni meteorologiche e l’interesse spasmodico del pubblico ha incrementato la crescita di un mercato così libero da trasformare la meteorologia in un business milionario anche in Italia. Sono tanti i settori in cui le previsioni meteo giocano un ruolo fondamentale, dalle delicatissime questioni dell’allertamento in ambito di protezione civile o nella gestione dei trasporti in situazioni critiche agli impatti significativi per il turismo e per l’agricoltura anche in termini economici. Per svolgere la professione del meteorologo servono dunque fondamentali competenze scientifiche e capacità operative acquisite sul campo, non bastano un pc e una grafica accattivante. Ma come si fa a distinguere un meteorologo professionista nel panorama italiano se finora non ha avuto nemmeno un riconoscimento nella normativa?

La qualifica di tecnico in meteoclimatologia operativa varata dall’Emilia-Romagna nasce per certificare le competenze necessarie a esercitare una professione ancora oggi priva di regolamentazione, tenendo conto anche delle indicazioni internazionali stabilite dalla Wmo per i profili di “Meteorologist” e “Meteorological technician”. La certificazione del previsore è un’esigenza sentita e condivisa dalle strutture meteorologiche pubbliche, che intendono garantire standard di qualità per il profilo professionale del meteorologo civile anche per il nascente Servizio meteorologico nazionale distribuito, ma è regolamentazione accolta favorevolmente anche dai soggetti privati che preferiscono puntare alla qualità dei servizi piuttosto che piegarsi alle tendenze del sensazionalismo. Si auspica che anche il sistema accademico italiano risponda a questa richiesta di professionalità, investendo nella riattivazione di percorsi universitari di alto livello per formare le nuove leve dei meteorologi professionisti.


PDF file, 33 pages

via: Arpa Emilia-Romagna

Leave a comment

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.